BLOG

Il nostro blog

Come un ERP può supportare le PMI nel risparmiare tempo e risorse

Come un ERP può supportare le PMI nel risparmiare tempo e risorse

L’obbligo della fatturazione elettronica, introdotto con l’ultima legge di Bilancio, è stato, ed è tuttora, fonte di preoccupazione, per molte delle PMI chiamate ad adottare il provvedimento.

Il nuovo adempimento, in realtà, ha fatto emergere una serie di resistenze legate non tanto all’oggetto della normativa, quanto ad una dotazione tecnologica insufficiente. Soprattutto le aziende di piccole dimensioni hanno visto nella fatturazione elettronica l’ennesimo costo da dover affrontare senza alcun legame con un potenziale incremento di efficienza.

Questo perché, probabilmente, non dispongono di un ERP (Enterprise Resource Planning), ossia un software di gestione che integra tutti i processi di business rilevanti. Oppure, ne possiedono una versione obsoleta il cui ammodernamento è diventato talmente oneroso da indurre a considerare questi sistemi informatici una causa (l’ennesima) di problemi, piuttosto che una fonte di soluzioni.

 

Come scegliere il gestionale giusto

La buona notizia è che oggi il mercato degli ERP vede alcune soluzioni in grado di aiutare l’imprenditore a risparmiare tempo e risorse con costi adeguati alla sua reale capacità di spesa.

Questo risparmio può essere tale da ammortizzare perfino l’investimento necessario ad implementare la fatturazione elettronica, che rappresenta una delle tante funzioni previste all’interno del gestionale. L’importante è riuscire a individuare quello giusto, cioè a misura di PMI. Molti ERP, al contrario, vengono venduti a prescindere dalla peculiarità del tessuto produttivo tipico dell’Italia e presentano, perciò, livelli di standardizzazione e complessità che mal si adattano alle sue caratteristiche.

Il primo risparmio, invece, di cui necessita la piccola e media impresa made in Italy riguarda la facilità di adozione e la semplicità d’uso. Riuscire ad avere un unico software per governare tutte le attività, con la possibilità di aggiornarlo ogni volta che serve in base ai nuovi fabbisogni e ai nuovi regolamenti a cui deve rispondere l’organizzazione, è la strada maestra per ottimizzare risorse e processi.

 

ERP, ovvero il “motore” adatto alle PMI

Il fatto che un ERP sia a misura di PMI non significa che debba possedere funzionalità limitate rispetto a quelle rivolte ad una multinazionale, ma che tutti i moduli integrati nella sua architettura devono essere in grado di ottemperare pienamente ad esigenze gestionali e produttive specifiche.

Per fare un esempio preso in prestito dall’aeronautica, non si possono montare i motori di un Boeing 777, colosso da più di 400 posti, su un Airbus A-319 che può ospitare fino a un massimo di 145 passeggeri. Sarebbe sproporzionato, oltre che impossibile. Il “motore” di una PMI, cioè la piattaforma informatica deputata a dirigere le operazioni essenziali al suo corretto funzionamento, ha il compito di garantire velocità, efficienza ed economicità.

E questo in linea con il suo business, non in maniera sovradimensionata o sottodimensionata. Un compito che l’ERP deve assolvere anche quando gli scenari di mercato mutano o quando occorre rivedere le procedure al fine di aumentare la competitività, ridurre i costi, accrescere redditività e margini.

 

Un’architettura modulare che aiuta l’imprenditore

Questa flessibilità o scalabilità è garantita dall’infrastruttura modulare degli ERP sviluppati appositamente per il mondo delle PMI. Accanto ai moduli classici inerenti a ciclo attivo e passivo, contabilità, adempimenti e bilancio, se ne possono aggiungere altri che coincidono con la tipologia o il settore in cui opera l’impresa: dal CRM (Customer Relationship Management), nel caso in cui l’area vendita e marketing richieda uno strumento ad hoc, ad un tool per il project management, se i flussi di lavoro vedono la partecipazione di vari soggetti con ruoli differenti, fino al modulo per le attività di e-commerce collegate con i principali marketplace del Web.

Quale che sia la funzione o il processo da gestire, da quelli tradizionali comuni a tutti a quelli particolari agganciati alla fisionomia della propria dell’azienda, l’ERP supporta l’imprenditore risparmiandogli mansioni ripetitive e a scarso valore aggiunto, ma che comunque devono essere svolte con cura e precisione. Lasciandogli, in compenso, lo spazio, il tempo e l’energia sufficienti a dedicarsi allo sviluppo dell’impresa.

New call-to-action

Topics: ERP