BLOG

Il nostro blog

benefici industria 4.0

7 innovazioni e benefici dell’Industry 4.0

Si scrive Industria 4.0, si legge Smart Manufacturing. Definire quella che stiamo vivendo come Quarta Rivoluzione Industriale non è un azzardo, ma la consapevolezza di un processo di digital transformation del comparto manifatturiero che sta spingendo sempre più imprese ad investire in nuove tecnologie.

Già, investire.

Perché non si tratta solo di sostenere costi per acquisire e integrare in azienda nuove tecnologie, ma di investire su tali tecnologie per garantire all’impresa di essere competitiva nel medio e lungo termine.

Immaginate cosa potreste fare riducendo i fermi macchina al minimo, e riuscendo a prevenire guasti agli impianti, ottimizzando i flussi di produzione.

Immaginate macchinari che, grazie all’Intelligenza Artificiale e ai Big Data, siano in grado di apprendere nuove informazioni per poi utilizzarle per massimizzare la produttività aumentando il livello di sicurezza in modo esponenziale.

Quello che fino a qualche anno fa sembrava uno scenario fantascientifico oggi è realtà.

Le aziende manifatturiere stanno attuando politiche di automazione per tutti i processi aziendali. Lo scopo è quello di migliorare l’integrazione delle risorse utilizzate nei processi operativi.  Questo processo si sta sviluppando seguendo due linee di innovazione: da un lato le tecnologie IT (IoT, i Big Data e il Cloud computing), dall’altro le soluzioni più vicine alla produzione (macchinari smart e stampa 3D).

 

7 tecnologie innovative per 7 benefici

 

Quali sono le innovazioni e, soprattutto, i principali benefici dell’Industry 4.0?

Noi abbiamo identificato 7 tecnologie per 7 benefici.

Le 7 tecnologie innovative

  • Internet of Things e Industrial Internet of Things
  • Intelligenza Artificiale e Machine learning
  • Big Data
  • Cloud computing
  • Sistemi di produzione automatizzati
  • Dispositivi wearable
  • Nuove interfacce uomo/macchina e stampa 3D.

I 7 benefici

  • Aumentare la produttività
  • Massimizzare l’efficienza
  • Ridurre i costi
  • Diminuire il time to market
  • Aumentare la collaborazione all’interno dell’azienda
  • Migliorare la customer experience (CX)
  • Potenziare la sicurezza sui luoghi di lavoro

Come cambiano i processi di lavoro

Ma come l’Industry 4.0, grazie alle innovazioni tecnologiche, consente ai produttori di migliorare l’efficienza aziendale, introdurre nuovi prodotti sul mercato più velocemente e ottimizzare i tempi di produzione riducendo sensibilmente il time to market?

Iniziamo col dire che l'Industry 4.0 supera il paradigma secondo cui il limite maggiore delle macchine è rappresentato dalla loro dipendenza dall’uomo in grado di farle funzionare.

Oggi, invece, i sofisticati algoritmi di Machine learning, grazie a complessi modelli matematico-computazionali, consentono ai computer di apprendere informazioni direttamente dai dati, senza modelli predeterminati.

Intelligenza Artificiale e Machine learning sono forme di analisi dei dati che automatizzano la costruzione di modelli analitici utilizzando algoritmi che valutano e apprendono continuamente dai dati. L'apprendimento automatico può facilmente elaborare quantità pressoché illimitate di dati in tempi brevissimi, permettendo così analisi e valutazioni tempestive.

Macchine e impianti sono sempre connessi e “dialogano” tra loro attraverso la rete non solo per prevenire guasti e migliorare la produttività, ma anche per fornire gli insight necessari a rivedere e adattare gli obiettivi aziendali e le strategie messe in campo per raggiungerli.

Una volta che un modello è stato sviluppato in base ai dati disponibili, il computer ha anche la capacità di individuare tutte le variabili rilevanti.

Sistemi di protezione e condivisione come il Cloud risolvono poi questioni di accessibilità e sicurezza di tali dati. Oltre a proteggere le informazioni, il Cloud ha dato altresì il via a nuovi modelli di fruizione dei servizi come il SaaS (Software as a Service) che permette alle aziende di “noleggiare” solo determinate funzionalità di programmi e applicazioni versando, mese per mese, un canone solo per i servizi scelti; senza dover per forza acquistare l’intera licenza.

Grazie a queste tecnologie, ogni impresa è in grado di valutare le opzioni migliori per ridurre i costi ottimizzando la propria produttività e redditività. Ma non è tutto: gli stessi algoritmi in grado di elaborare una quantità inimmaginabile di dati, sono soprattutto in grado di predire scenari futuri.

Quanto poi alla CX, l’IoT industriale (IIoT) combina i dati di processo dettagliati con altri set di dati di produzione come ordini di lavoro, dati di controllo qualità, consentendo livelli di tracciabilità notevolmente superiori. In questo modo, le aziende manifatturiere possono risolvere più rapidamente le richieste dei propri clienti e affrontare problemi di qualità relativi al loro processo di produzione. Tempi di risposta più rapidi e trasparenti migliorano la fiducia dei clienti verso i fornitori.

Conclusioni

I benefici di questa Quarta Rivoluzione Industriale sono evidenti (per non dire vitali).
Solo le aziende che avranno la lungimiranza di mettere in discussione il proprio modello di business attuale ripensando le proprie strategie di problem solving, l’analisi dei guasti e la capacità di affrontare non solo cambiamenti costanti, ma anche compiti completamente nuovi potranno raccogliere i frutti nel mondo dell’Industry 4.0.

Come scrive Chris Anderson nel suo capolavoro ‘Makers. Il ritorno dei produttori per una nuova rivoluzione industriale’: “Negli ultimi dieci anni abbiamo scoperto nuovi modi per creare, inventare e lavorare insieme sul web. Nei prossimi dieci anni ciò che abbiamo imparato verrà applicato al mondo reale”.

scarica-company-profile

Topics: Industria 4.0